Articolo tratto dal blog di Cristiana Caria

www.cristianacaria.com

 

shutterstock_571357972

La prossima Eclissi di Luna Piena a 22° in Leone del 10-11 Febbraio segnerà l’apertura del Portale del Nuovo Tempo, che si manifesterà completamente all’Equinozio di Primavera.






Le eclissi agiscono come portali celesti che riversano energie catartiche nelle nostre vite portando conclusioni, trasformazioni, cambiamenti di direzione, col proposito di preparare la strada a un nuovo inizio.

Nel retroscena dell’ultima Luna Nuova in Acquario si sono attivate varie situazioni, poiché l’Acquario è il segno del movimento, della trasformazione e della metanoia. Ora, a causa dell’interazione tra il Sole in Acquario e la Luna Piena in Leone, si raggiungerà un’inevitabile crisi, potenziata dalla configurazione dei corpi celesti nel cielo.

Il Leone è il quinto degno dello Zodiaco ed è governatore dal Sole. In Numerologia Esoterica il Sole è associato al numero 1, il creativo, il portatore delle energie dell’anima dal piano spirituale a quello materiale. Il Sole veicola l’energia del Raggio 2 dell’Amore/Saggezza, che rappresenta la volontà di unire,  fondere, poiché l’Amore è una forza coesiva. Sulla Croce Mobile della coscienza di massa, quando parliamo del Sole, ci riferiamo alla Corona del Sole, che è la personalità (il nostro pensare, sentire e comportamento), controllata dalla nostra natura istintiva; sulla Croce Fissa del discepolo, il governatore del Leone è il Cuore del Sole, l’anima, retto dall’intelligenza; mentre sulla Croce Cardinale il governatore diviene il Sole Spirituale, il Sole dietro al Sole, e si riferisce al Sé Uno, guidato dall’Amore, che risponde alla chiamata che proviene dal Divino.

Quale quinto segno, il Leone è energeticamente connesso al numero 10 (il 5° segno zodiacale e il 2° Raggio del Sole), che è il numero dello Spirito nato dalla materia, la rivelazione del potenziale nascosto dietro i fenomeni materiali. In termini kabbalistici, il 10 è associato all’ultima sfera di Malkuth, il Regno, retta dalla Volontà Superiore di Dio che viene emanata da Kether, la Corona, cui è attribuito il numero 1. Per questa ragione vi è una forte connessione tra i segni zodiacali del Leone e del Capricorno, il decimo segno dello zodiaco, che rappresenta il processo d’iniziazione che permette alla persona conscia di sé di divenire l’individuo consapevole di se stesso e del proprio proposito nel Grande Piano. Nel linguaggio del colore si può descrivere come il passaggio dalla tonalità del giallo al giallo chiaro; il passaggio dal sé personale all’individuo che può allinearsi con la Volontà Superiore permettendo la comunicazione nelle due direzioni e la cooperazione attiva tra la personalità e l’Anima.
Djwal-Khul

Djwal Khul afferma che il Leone possiede una qualità specifica che può bruciare e distruggere e, quindi, sradicare tutto quello che ostacola la sua essenziale espressione Divina.

Il Leone è anche l’ottavo segno sulla ruota zodiacale nella direzione opposta dai Pesci all’Ariete; è considerato il segno del Cristo (Anima) e della Realtà che vive in noi; segna pertanto un nuovo ciclo poiché, quando nasce la consapevolezza di sé (nel momento dell’individuazione), una nuova fase inizia. In Leone i due pianeti attraverso i quali il Sole focalizza la propria energia, o influenze, sono Nettuno e Urano. Il “Cuore del Sole” assume Nettuno quale proprio agente, mentre il Sole Spirituale riversa la propria autorevolezza attraverso Urano.

Durante questa Eclissi di Luna Piena in Leone i corpi celesti formeranno una bellissima configurazione a forma di busta nel cielo, costituita da un Rettangolo Mistico, tracciato da Luna, Urano, Sole e Giove, sovrastato da una Piramide con Saturno in cima. Allo stesso tempo vi sarà un favoloso aspetto a forma di Yod, il Dito di Dio, tra la Luna, Giove e Chirone.

Poiché Giove veicoImmagine 3- La YODla il Raggio 2, lo stesso del Sole, supporta l’energia dell’anima e la fusione tra il cuore e la mente, creando lo spazio e le condizioni per l’unione interiore tra la personalità e l’anima, che Urano stimola. Comprenderemo che è giunto per noi il tempo di seguire il nostro cuore, di essere chi siamo veramente e di rivelare la verità.

Attraverso Urano il Leone è collegato ad altri tre segni dello Zodiaco: l’Ariete, la Bilancia e l’Acquario. L’Ariete, da cui Urano sta operando, è connesso all’intenzione dell’anima, il riorientamento del pensiero in direzione del sé superiore; la Bilancia, in cui Giove sta transitando, è collegata all’unità mentale e all’equilibrio della personalità e dell’anima, alla creazione dell’equilibrio degli opposti, ma si riferisce anche a un momento di valutazione del passato; il Leone, segno in cui si trova la Luna Piena, rappresenta l’uomo che va oltre i  limiti che ha creato a se stesso per divenire chi è veramente; e l’Acquario, in cui è collocato il Sole, rappresenta il desiderio di divenire la luce dell’anima e seguire il nostro vero destino.

La busta è una copertura che custodisce, e l’apertura si riferisce a qualcosa deve essere letto, annunciato e rivelato; ha a che vedere con situazioni che ci aprono gli occhi, in cui avremo un’opportunità di accettare o comprendere la verità.







Saturno, che sovraneggia in Sagittario dalla cima della piramide sul rettangolo mistico, ci chiede di allineare la nostra personalità all’anima affrontando il passato e preparandoci per il futuro. Saturno ci mostrerà i limiti della situazione di vita presente, quello che deve essere lasciato andare e ciò che dobbiamo portare nella nostra vita, offrendoci un’apertura per evolvere verso la crisi di riorientamento. Si tratta di essere “impressi dall’alto” e illuminati dalla luce dell’anima.

Il rettangolo mistico è come un portale con la Yod al centro. Il Dito di Dio offre uno scopo, un “luogo in cui dirigersi”, a tutte le energie attivate da questi aspetti. La Yod punta a Chirone a 22° in Pesci. Chirone ci mostrerà la verità facendoci scontrare contro il muro della realtà per riconciliare in nostro mondo interiore con quello esteriore e rivelare il nostro vero essere.  I Pesci hanno a che vedere con la schiavitù, il riorientamento e la liberazione; ci parlano della necessità di lasciare andare la sofferenza e “risorgere” attraverso la guida dell’anima.

La Luna Piena sarà congiunta alla Stella Fissa Pherkad nell’Orsa Maggiore. Il nome originale di questa costellazione era Dubheh, con riferimento alla parola ebraica Dohveh, che significa riposo o sicurezza: “E quanto i tuoi giorni duri il tuo riposo o sicurezza”. (Deteuronomio 33:25)

Pherkad è associata dai Kabbalisti alla lettera ebraica Tav, che si riferisce alla 21° carta dei Tarocchi Le Monde, esotericamente chiamata Il Portatore di Buone Nuove.

shutterstock_130868408

L’eclissi darà inizio al lasciare andare tutto quello che non è parte di noi o che deve giungere a una fine nelle nostre vite. La presenza della lettera Tav significa che qualunque cosa accada o ovunque ci troveremo, la buona nuova è di permettere al piano di manifestarsi poiché ogni cosa è guidata dal Divino. Tav significa “segno”, “impressione”. L’impressione è il segreto della semplice fede nell’onnipresenza di Dio, l’infinito presente nel finito. La Tav rappresenta la vibrazione attraverso cui l’inespresso e il non detto vengono manifestati; è il risultato finale. Con Tav la personalità si è arresa al movimento Divino e l’anima può finalmente rivelare la propria vera natura.

 

 

 

rumi-10

“Sai chi sei?

Sei il manoscritto di una lettera divina.

Sei lo specchio che riflette un viso nobile.

L’universo non è fuori di te.

Guarda dentro te stesso; tutto quello che vuoi,

lo sei già”.

Jalāl al-Dīn Rumi

Per approfondimenti visita il blog:

www.cristianacaria.com

Profilo Autore

Profilo

Cristiana è un’insegnante spirituale ed un SQ Coach, che opera con il metodo Quantum Strategy Dynamics (QSD) definito da Danah Zohar. E’ nata in Italia e si è laureata con lode all’Università di Lettere e Filosofia di Bologna. All’età di 14 anni ebbe un grave incidente e, mentre era in coma, visse un’esperienza di pre-morte. Questo evento cambiò il corso della sua vita poiché iniziò a cercare una via per riconnettersi con l”l’altra parte”.
Dal 2000 al 2006 si trasferì e visse in Australia dove ha frequentato molti corsi: Spiritual Healing, Cristalli, Aura-Soma® e Numerologia. Nel 2002 ha iniziato a lavorare in un Centro Olistico australiano come Consulente del Colore e Spiritual Healer fino a giungere ad insegnare corsi di meditazione e tenere seminari per lo sviluppo della spiritualità e del potenziale interiore.
Nel 2004 Cristiana iniziò a tornare in Italia due volte all’anno per insegnare i suoi corsi e seminari e, in virtù dell’intenso lavoro in Europa, nel gennaio del 2006 si ritrasferì in Italia, il suo paese, dove ora è molto attiva. L’esperienza australiana era stata molto positiva e profonda. Lì Cristiana aveva incontrato Mike Booth, direttore dell’Aura-Soma Ltd ed erede di Vicky Wall, fondatrice del sistema, e, dopo il suo ritorno, divenne molto presto la sua traduttrice ed organizzatrice italiana ufficiale, portando molte persone e studenti internazionali ai sui corsi in Italia e nel Regno Unito. Ora è una delle più accreditate insegnanti di Aura-Soma nel mondo.
Nel 2012 incontra Claudine Aegerter, fondatrice della Connaissance School of Numerology e presidente dell’AIN (Association Internationale de Numerologues). Dopo aver frequentato la formazione di Numerologia, le venne offerto di divenire insegnante del Corso Fondamenta e Diploma in Numerologia per la Scuola in Italia e nel mondo. Ora è abilitata alla formazione di Insegnanti del Corso Fondamenta in Numerologia.
Tutti questi anni sono stati trascorsi a cercare, a ritornare alle antiche tradizioni di saggezza per ricevere la via. I suoi corsi sono indirizzati alla comprensione e all’approfondimento di questi insegnamenti (Tarocchi, Kabbalah, i 72 Angeli della Kabbalah, Astrologia esoterica, numerologia, etc) per supportare le persone a trovare la strada per tornare a se stesse.
Cristiana viaggia ed insegna in Italia e nel mondo.






A proposito dell'autore

Post correlati